Il Santuario di S. Maria del Sasso

Santa Vergine del Sasso

Santuario della Madonna del Sasso – E’ costruito su di uno scoglio roccioso nei pressi di S. Martino e sembra essere incastonato nella montagna serravallese dove, a valle, scorre il torrente Menotre.

La denominazione del santuario deriva, con molta probabilità, dalla statua in pietra della Madonna in questo luogo venerata (rubata la notte del 13 maggio del ’78) che poggiava su di una roccia, anche se non è esclusa la possibilità che esso derivi dal fatto che la chiesa poggia direttamente su di un pavimento roccioso.

Il santuario venne costruito nel corso del XIV secolo: secondo alcuni studiosi (Bittarelli, in primis) la data della sua costruzione risale alla prima metà del secolo mentre, secondo altri (come ad esempio il Feliciangeli) la costruzione potrebbe risalire alla seconda metà del secolo XIV. Il portale della chiesa è di stile gotico ed è formato da conci in pietra calcarea; la sua struttura modesta è caratterizzata da un’architettura piuttosto semplice.

La popolazione del posto vi si recava in pellegrinaggio, il giorno di Pasqua e le domeniche del mese mariano, fino agli anni cinquanta dello scorso secolo.

Durante quest’ultimo periodo, il santuario fu custodito da un frate eremita, di nome Giuseppe, che abitava in un piccolo appartamento adiacente la chiesa, ancora agibile, composto da due stanze sovrapposte.