Casa del frate

La popolazione del posto vi si recava in pellegrinaggio al santuario, il giorno di Pasqua e le domeniche del mese mariano, fino agli anni cinquanta dello scorso secolo.

Durante quest’ultimo periodo, il santuario fu custodito da un frate eremita, di nome Giuseppe, che abitava in un piccolo appartamento adiacente la chiesa, ancora agibile, composto da due stanze sovrapposte.